Siti
Navigare Facile

Verso l'arte Contemporanea

Passaggio dall'arte dell'ottocento a quella del novecento

Il passaggio dall'arte ottocentesca a quella del Novecento è profondamente segnato dalla crisi che si va a delineare come  principale spinta motrice in tutti gli artisti moderni. Da una parte il pensiero positivista che guarda con occhio benevolo la scoperta scientifica e tecnologica della Seconda Rivoluzione Industriale e che sembra rispondere concretamente ad ogni domanda che l'uomo si pone,dall'altra parte una maggior consapevolezza,un interrogarsi continuo sulla caducità della vita,sul problema esistenziale al quale l'uomo non può offrire alcuna risposta.

L'arte moderna non si pone l'obiettivo di rappresentare la realtà oggettiva ma il mondo interiore che muove l'artista,un mondo originale,personale,onirico,metafisico. Giorgio De Chirico esternò  la sua visione metafisica della composizione artistica dove la decontestualizzazione diventa regola nel suo mondo di oggetti solitari e manichini. Contemporaneamente Tristan Tzara inventa il movimento culturale Dada che si contrappone al pensiero positivista e scardina con ferocia le convenzioni borghesi attraverso la provocazione artistica. Nel manifesto surrealista di Breton del '24 si pongono le basi di una nuova tendenza che viaggia sopra la realtà oggettiva in una dimensione onirica,senza freni  e senza i limiti dati dalla regola o dal buonsenso. Si viene a creare così un nuovo mondo dove tutto è possibile.

Nell'immediato dopoguerra della seconda guerra mondiale fioriscono nuove forme espressive,in parte nate dalle esperienze precedenti in parte dalla consapevolezza che nulla sarà più come prima e che si impone la necessità urgente di una nuova strada per l'arte. Il consumismo nascente e la cultura di massa danno luogo a correnti artistiche che mettono in discussione questa società che va verso l'omologazione,la globalizzazione del pensiero. Nascono la pittura Informale, la Pop Art,l'arte Concettuale,l'Action Painting ed in seguito il Graffitismo.

Burri,Warhol,Pollock,Haring,Basquiat sono alcuni dei nomi appartenuti alle correnti postmoderne o contemporanee ma troppi bisognerebbe ricordarne per restituire il fervore che ha contraddistinto il Novecento: il secolo dove tutto è stato il contrario di tutto e dove le passioni che  hanno alimentato i  gli animi dei pittori sono state forti,prorompenti come mai prima era stato.